Correnti

 

Sempre questo scalare della ragione, questo scialare del cuore. Ma le mani per intercedere, mani ripiegate, sparite fra le stoppie dei giorni, mani che si ergono, arruffo di mani come intrico di alberi, mani per cingere, portate via a marea discendente, mani aeree da cui si slanciano ali; tutte le nostre mani saranno raccolte, teneramente piegate come panni asciugati al vento solare e riposte nel grande armadio odoroso di segreti, da cui riusciranno, pallide e fresche mani, per un giorno di festa?

 

Susan Wise (USA/France, 1936 -)

Traduzione in italiano di Loredana Bolzan Рoriginale in Poèmes de Lyarne, Editeur Jean Audouin, Paris 1972

 

Copertina: mani (calchi) al Museo Fortuny (Venezia) foto Diana Marrone

Lascia un commento